username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il diavolo e l'acquasanta

Danzi
con me

chiese
un vecchio
caprone

dal piede
zoppo

ad un gentil
Ra metto
di muto
mughetto

corteggiandolo
nel prato
in un primaverile
vento
di soleggiati
coriandoli

Lei
senza rispondere
di Si

si imbrigliò
nel suo nomade

ispido
barbone

scampanellarono
insieme
tutta la notte

per le antiche vie
del bianco borgo

Risvegliati
dal sonno

gli abitanti
più fortunati

ebbero
questa visi one

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 23/11/2009 20:21
    La congiunzione degli elementi opposti, ordine difficile da raggiungere, congiunzione astrale nella ricerda tra bene e male, visione distorta di ciò che sia diavolo e ciò che sia acquasanta. Bella!
  • Anonimo il 23/11/2009 17:11
    una ballata... la musicherei... se fosse la mia arte... quello di scrivere è decisamente la sua... bella.
  • Anna G. Mormina il 23/11/2009 14:10
    ... demonio che è attratto dall'acqua santa... il caprone chiede al mughetto di danzare con lui e, il mughetto non ha paura d'essere divorato... nella sua innocenza e amore per il prossimo, accetta... la capra trova gioia, il demonio si salva... meravigliosa!!!!
  • Salvatore Ferranti il 23/11/2009 09:35
    Risvegliati
    dal sonno

    gli abitanti
    più fortunati

    ebbero
    questa visi one...

    una poesia da 5 stelline e un applauso

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0