PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

VELO DI SPOSA

Velo di sposa trasparente e triste.
Ti ho scritto mille lettere ancora sigillate,
ed ogni volta ti ho sputato addosso.
E come un pesce avanzato
che un gatto coi gatti conteso e divorato.
Tra fiammelle e grandi luci e buio
io ho cercato almeno le sue lische.
Nulla nella fuliggine del passato,
Ch’è di un forno generoso lascia le tracce
dove per essere stato adesso sono.
Sarò lo specchio che riflette gli altri,
o solo un vecchio che pianta nel suo muro
scegliendo tra tutti i chiodi quel più duro
quel che riflette, non volendo, un volto?

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • sara rota il 04/05/2007 18:14
    Bella, ben scritta...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0