username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Lento amore

Lento amore addormentato sulla mia mano,
dolce pensiero di gioia che ne nasce fuori,
mi cullo sul tuo volto fatto di sguardi schivi.
Anima infante di dolori antichi,
bella e gioiosa trasudi stanchezza
nel tuo sorridere alla vita.
Ti vedo e non ti penso,
ti ascolto e non ti lodo.
Fermati per favore e assieme a te ferma
il mio grido che ti segue da tempo immane.



Attorno a me regna soltanto il buio
Tra le mie braccia giace soltanto il gelo
Sui miei occhi gocciola abbandonato il mio destino.
Nemmeno le lacrime sanno più confortarmi.
Troppe strade da ripercorrere,
troppi cieli da sorvolare,
troppe fatiche da sopportare
per un cuore stanco che non ha più amore

 

1
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 11/08/2012 11:02
    ... l'ultimo verso è straziante
    complimenti...

5 commenti:

  • Anonimo il 14/09/2011 13:31
    Una poesia che mi rattrista.
  • Stefano Maglione il 27/01/2010 00:23
    Bellissime rappresentazioni, a me ha colpito soprattutto il destino che gocciola dagli occhi
  • Anonimo il 23/11/2009 14:14
    una stella brillerà nell'infinito manto celeste che di scuro si copre sol per riposare... riscalderà quel cuore... tanto stanco anche per amare... tornerà la stella e nel cielo all'alba... un 'arcobaleno che accompagnerà un sorriso. molto bella la sua poesia, davvero, molto bella.
  • antonio castaldo il 23/11/2009 12:57
    concordo... tristemente bella! complimenti!
  • Salvatore Ferranti il 23/11/2009 11:17
    poesia triste, ma molto ben scritta.
    fa riflettere sui sentimenti che crediamo veri.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0