accedi   |   crea nuovo account

Riserva di caccia

Accorto falconier se levi il braccio
a guisa di lanciar per la tua caccia
il rapido rapace dal rostro aguzzo.

Prima di scappucciar l'acuta vista
avvedi non vi sia in vicinante luogo
Daina ch'a mio desio si volta e viene.

È a me si' cara quella nobil fiera
che non vorria fuggisse assai spaurita
dagl'aspri artigli dell'augello tuo.

Se mai creatura mia subisse smacco
co' lama assai affilata al tuo pennuto
appena in mano mia il capo mozzo.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 01/12/2009 19:10
    Carissimo Marcello, ho letto senza fatica alcuna la tua poesia e mi è piaciuta molto. Che dirti sono stato un maestro elementare per moltissimi anni... poi sono diventato un impiegato.-
    Ora a quasi 90 anni, mi limito a dirti che leggendo ho provato delle belle emozioni.-
    Si, sono contento che questa vita mi offra ancora delle opportunità, una di queste è leggerti.-
    Sempre grazie alla mia figlioccia, perchè senza i suoi occhi e le sue mani io non potrei fare nulla.-
    Buona serata, Nonno Libero...
  • Anonimo il 24/11/2009 08:27
    Sei maestro.
  • loretta margherita citarei il 23/11/2009 21:53
    meravigliosamente scritta
  • Minalouche TS Elliot il 23/11/2009 18:22
    Davvero ironica e ben scritta, complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0