username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ricordo postumo

Sentivo anche per te
quando tacita chiedevi
quale fosse il sentiero,
la luce era fioca,
la vista ti mancava.

Incespicavo tra radici nodose
e temevo rovinassi con me
le vesti macchiate,
oro e fango mischiati.
Ma il tuo ninnolo
suonava le ore,
cantava ritmico ad ogni passo.

Ora che il buio m'afferra
e non ricordo più quel suono
ti cerco con mano tremula
ma l'aria è spessa
e io più non vedo.

Mi difenderai, cieca creatura
dalle lusinghe dell'età?
Sarai al mio fianco,
quando il corvo chiamerà
ombra tra le ombre?
Io ti cerco, diletta,
il cuore dimentico, la mano aperta.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 06/08/2010 17:31
    ombre e timori, oltre che ricordi. la tua capacità di creare atmosfere attraverso il cesello è straordinaria, te l'ho detto. straordinario è anche il tuo nascondersi dietro il cesello. bellissima. cupa.
  • Anonimo il 01/02/2010 20:18
    il ricordo di una persona che forse hai perso, purtroppo; emozioni descritte benissimo, i ricordi che possiamo avere delle persone che amiamo sono sempre e solo postumi. l'accenno al corvo è molto azzeccato
  • Anonimo il 24/11/2009 14:01
    .. MI HAI COMMOSSO. ISABELLA
    BRAVA
  • Salvatore Ferranti il 24/11/2009 09:36
    Io ti cerco, diletta,
    il cuore dimentico, la mano aperta.

    poesia dolce e commovente

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0