accedi   |   crea nuovo account

per te...

Sto pensando a qualcosa da dirti ma non conosco parole. . .
Solo il tempo darà al mio cuore la possibilità di dimenticare e ricominciare a sognare. . .
Volevi rubarmi un pezzo d'orgoglio, ma te l'ho donato e non mi pento...
Solo che ora il vuoto mi angoscia e i miei occhi hanno perso quella luce che nessuno desidero accenda. . .

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • John Barleycorn il 26/10/2008 19:48
    Simpaticissimo il tuo primo timido commento alla tua opera
  • Fabrizio berti il 15/10/2008 00:25
    Bella Anche io una volta scrissi una poesia del genere a una persona. bella bella davvero
  • mariella mulas il 01/06/2007 09:06
    Ah la sofferenza d'amore è fonte di bellissime parole.
    Ma domani è un altro giorno
    e continuerai ad amare.
  • Adriano Di Carlo il 21/10/2006 14:37
    carino. cryback
  • Ila Santo il 08/03/2006 10:25
    Hai ragione Giovanni, noi sognatori e idealisti... siamo i primi a rimanere delusi e inappagati... ma io credo ci sia ancora qualcosa per cui vale la pena sognare.. o almeno lo spero...
  • Giovanni Di Girolamo il 07/03/2006 17:12
    Ciao Ila,<br />
    fai bene a sfogarti (anche) con i versi.<br />
    Purtroppo gli idealisti sono costretti a convivere con questo senso di inappagatezza che sfianca l'anima. I portoghesi la chiamano saudade, una nostalgia che non trova spiegazione e non ha connotazione nel tempo e nello spazio.<br />
    Pessoa, grande poeta lusitano, ha provato a dare spiegazione in merito.<br />
    Infatti Pessoa paragonava la geografia europea a una persona col corpo disteso supino. I gomiti sono l'Italia e l'Inghilterra, il volto e gli occhi il Portogallo. Ecco questa nostalgia che rende languida e trasognante la costa atlantica del Portogallo... una continua tensione verso quell'infinita distesa di acqua che porta al Nuovo Mondo, una sorta di fuga dalla realtà!<br />
    Nasce da questo sogno contemporaneamente l'esaltazione della fantasia e la depressione per l'irraggiungibile, l'inappagabile!<br />
    Pertanto siamo noi, idealisti, un po' tutti dei portoghesi?<br />
    Baci, Giovanni
  • Ila Santo il 09/02/2006 19:39
    Siete davvero molto gentili. . . Hn tirato fuori quello che ho dentro. . .
  • Marina Walker il 08/02/2006 00:00
    Mi associo anch'io al commento precedente.<br />
    Come inizio non è negativo, anzi!
  • Matteo Sardelli il 07/02/2006 00:00
    E lo dici così?
    Per essere la tua prima poesia, te la sei cavata egregiamente credimi!
    Continua così...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0