accedi   |   crea nuovo account

Annarè

Ho la casa piena di oggetti e foto tue,
la sera abbraccio il cuscino pensando a te,
ogni mattina il tuo spazzolino non sorride più.

mi chiedo come mai 9 anni son passati come se fossero stati 9 secondi? Perchè? Perchè? Perchè?

impazzisco, vorrei capire, ma capire cosa?
sul comodino l'orologio dice che ormai non torni,
vorrei fermare le lancette con le mie braccia,
braccia che fino a poco fa ti stringevano... e ora!

Ho voglia di rivederti e tanto, ho voglia di dirti
che stavolta le cose cambieranno.
quanta malinconia Annarè!

Aspetto il tuo ritorno da molti mesi, mi sembra siano passati
alcuni secondi.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 27/11/2009 20:37
    È strano come il tempo cambia il cammino a seconda delle circostanze eppure "così è se vi pare"
  • claudia checchi il 26/11/2009 16:03
    mi sono commossa leggendo questo tuo scritto... quanti ricordi nel tuo cuore, e attese... ciao massimo... claudia
  • Auro Lezzi il 24/11/2009 15:51
    Mi sento coinvolto in questo tuo lacerante grido..
  • Anonimo il 24/11/2009 15:37
    un minuto che sembra durare una vita... una vita... che sfuma in un minuto... un amore che sarà per sempre... bella...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0