accedi   |   crea nuovo account

Messer Inverno

Quanno
lo Messer inverno
in scena
venir,
tutti muti
ad Ello
lo sguardo
voltar.
'no vecchietto
tremulante
et canuto,
'no manto
a strascico
et cappuccio
indossar,
et da
lo grugno
'na barba
canuta spuntar.
Sì da
li cori
ghiacciar
de li astanti
spettator.
Ma lo plauso
pur meritar,
portato
aber
lo Bimbo
Salvator.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 20/08/2013 22:32
    un vecchietto immortale, ritorna tutti gli anni, come il Natale!
  • alice costa il 25/11/2009 10:24
    una poesia che rallegra.. uno splendido quadro invernale...
    bravissimo
  • Aedo il 24/11/2009 23:58
    La tua poesia è veramente briosa!
    Ciao
    Ignazio
  • Kartika Blue il 24/11/2009 21:28
  • Anonimo il 24/11/2009 18:26
    Un applauso allo splendido tentativo di poetare d'altri tempi, che rende la composizione non scontata e accattivante. Bella.
  • Sarah K. il 24/11/2009 17:03
    Bella bella bella!!!
  • Vincenzo Capitanucci il 24/11/2009 16:22
    Una calda Realtà... nel cuore dell'inverno...

    Bravo Pompeo... nel tuo stile... inimitabile..
  • loretta margherita citarei il 24/11/2009 16:00
    bello il tuo stile, bravo amico mio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0