PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A mia nonna

Lacrime, rimorso, pensieri alla rinfusa
Nonna dove sei?
Dov 'è il tuo sorriso sdentato?
Questa casa è cosi vuota.

Osservo le sedie,
accarezzo i tuoi mobili,
il tuo letto è spoglio,
un po' come il mio cuore.

Apro un cassetto,
pieno di polverose foto.
Ricordi, foto sbiadite,
volti che si sovrappongono.

Vorrei esserti stata più vicina,
averti abbracciata più spesso,
infine quando divenisti di marmo
ti dissi "ti voglio bene".

Grazie per i tuoi consigli
E per le tue risate,
per i tuoi racconti,
e le tue critiche.

Ma a che serve
Avere rimorsi
Delle cose non fatte insieme?
Ormai è tardi.

A volte ti sento vicina,
forse è il tuo angelo
o il tuo spirito,
forse solo il ricordo.

Ti voglio bene, nonna.

 

1
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 03/06/2014 04:17
    apprezzata... complimenti.

5 commenti:

  • Claudia Costa il 31/05/2012 22:50
    Sto vivendo anch'io questo doloroso momento... hai ragione, i rimorsi non servono a nulla... quel che importa è continuare ad amarle!
  • laura cuppone il 25/11/2009 13:34
    anche lei
    te ne vuole...

    splendida

    capisco... benissimo...

    ciao
    laura
  • Anonimo il 25/11/2009 00:24
    Brava. Nessun rimorso però! Quante cose si vorrebbero fare insieme ai nostri cari? Ci vorrebbero 10 vite e non basterebbero lo stesso. Quello che avresti voluto fare fallo con i tuoi ricordi e con le tue emozioni. Ciao e complimenti per la tenerezza e la semplicità che ha impregnato la tua opera.
  • Anonimo il 24/11/2009 22:35
    molto sentita.. brava
  • Patty Portoghese il 24/11/2009 22:17
    I nonni, le nostre radici, mai ci lasceranno.. mai.