PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il folle pianista del Re Sol

Stanco dei soliti accordi
di s partiti
musica lì
dalle solite povere
noiose
sinfonie naviganti
in acque pericolosamente
tumultuose

fluttuanti

Il pianista
iniziò
con ostinazione affamata
a suonare una sola affermata nota
afferrata

un votato promettente
do

fino a quando
il do
si fa re

in un
sol la mi
do

s'impossessò telematica mente di tutto

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • sara zucchetti il 25/11/2009 20:50
    Bravo, bella poesia mi è piaciuta tanto da sentire la melodia del pianista!
  • Anonimo il 25/11/2009 12:58
    ... sol... la... mi... do... note musicali che si susseguono creando una sinfonia... parole interpretate che racchiudono la magia di un'emozione, un'emozione d'amore, sol "là" mi "dò"... Grazie per aver donato una poesia in cui poter interpretare un sogno.
  • Auro Lezzi il 25/11/2009 12:56
    A bhè sennò che pianista sarebbe... Sempre solare ehhhh... Generalucci.
  • Anonimo il 25/11/2009 10:58
    grande capitano..
  • Anna G. Mormina il 25/11/2009 10:30
    ... il pianista ora si ostina col DO (dare?), poi, tutte le altre note, riaffiorano, in modo naturale...
    ... bellissima!!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0