PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sontuoso

Il volto che vedi nello specchio,
quello degli altri nell'occhio,
e il verde vivo delle piante,
l'oscurità del metallo cangiante:
solo fiamma che non risparmia,
vive e avvolge il legno.
Sono io il vero mondo:
la mano generosa che raccoglie,
la mano libera che nasconde,
la porta chiusa che marcisce,
la porta aperta che impedisce
il volo, è verso un'altra zona,
il volo esplode, non perdona
chi strappa le ali
alle spalle che reggono i mali,
chi adora il riflesso
di una sfera che gira lo stesso...

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Alfredo Caputo il 26/11/2009 21:58
    Davvero un bel componimento.. efficace e di impatto, nonchè affascinante. Mi piace in particolare questa coppia di versi, mi suonano molto bene: "e il verde vivo delle piante, / l'oscurità del metallo cangiante". Anche la conclusione molto bella. Bravo.
  • Kartika Blue il 25/11/2009 21:15
    bellissima!!!
  • Anonimo il 25/11/2009 21:07
    Bella.
  • loretta margherita citarei il 25/11/2009 21:00
    sei ok!
  • cesare righi il 25/11/2009 17:30
    grande, piaciuta
  • angela ambrosini il 25/11/2009 14:38
    piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0