username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Piazza Maggiore

Vivo, tra le pietre
Scrivo col sorriso
Per la melodia
Che come germoglio d'erba
A volte tra i mattoni si libera
E nella più piccola soddisfazione
Del giorno della vita
Cresce, e con l'incanto
e passione
rivela l'universo in sé
alla bionda spensierata
dal sorriso d'avorio,
sotto il Nettuno
aspettando l'amore.
All'incantato viaggiatore
che del suo zaino e scarpe
fa memorie
Al giovane poeta
dalle incerte parole
che non crede alla solita storia
in piazza Maggiore.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 09/12/2009 17:02
    Intensa, davvero. Complimenti.
  • Anonimo il 26/11/2009 16:47
    Tu, a mio modesto parere, hai una cadenza che riesce ad evadere dal tempo. Bella, complimenti.
  • Jurjevic Marina il 25/11/2009 23:32
    Questa è poesia.. sensibile, intensa, coinvolgente. Bravo Samu, riesci a togliermi il fiato.
  • Anonimo il 25/11/2009 21:04
    Piaciuta.
  • Anonimo il 25/11/2009 18:34
    se le pietre potessero parlare... se noi sapessimo leggere negli incavi creati dalla pioggia... dalla polvere... dai venti... bella questa sua, mi è piaciuta.
  • Salvatore Ferranti il 25/11/2009 18:25
    davvero originale... condivisa
  • CLAUDIO CISCO il 25/11/2009 15:09
    suggestiva e particolare!
    Quasi un'emozone pietrificata dal tempo che torna grazie alla magia dei versi a riacquistare vita!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0