accedi   |   crea nuovo account

La natura passionale

Fammi sentire
la pioggia sul seno.
Dammi la vita
e niente di meno.

Ruba la luna,
la notte ha sonno.
La sua chiarezza
splendido dono.

Sulle mie cosce
posa la testa,
Dentro di me
calma la tempesta.

Sfama i campi
dopo l'estate;
tutte le piante
ti saranno grate.

Per te si apron
viole profumate.
Nel cielo notturno
le stelle son nate.

Libera il fiume
come tu sai fare..
Indica la strada
per trovare il mare.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

21 commenti:

  • danilo il 24/01/2010 02:22
    Tu hai il dono di regalare sogni,
    non ti fermare.
    Ciao ciao.
  • Don Pompeo Mongiello il 10/12/2009 20:58
    Carina
  • Anonimo il 30/11/2009 02:02
    Sensualissima!
  • Simone Suzzi il 29/11/2009 16:30
    e piu leggo piu la "sento"
    è splendida
    fa sognare
  • giuliano cimino il 29/11/2009 01:29
    sensuale e bellissima poesia
  • †♠ nosferago ♠† il 28/11/2009 11:51
    sempre molto sensuale...
  • massimo di veroli il 28/11/2009 01:03
    ciao Sei veramente straordinaria!
    scorre benissimo è limpida, passionale e non cade per niente
    nella volgarità.
    complimenti.
  • Fabio Mancini il 27/11/2009 13:46
    Una composizione seguitissima e molto premiata dai voti degli autori, ma vorrei che tu non ti fermassi alla legge dei grandi numeri e dei facili entusiasmi, ma che continuassi a curare la qualità dei tuoi scritti, come stai facendo. A tale proposito, ti ringrazio vivamente del tuo commento. Anche tu hai una grande sensibilità e sei una persona più che sincera. Allego a questo messaggio, una bellissima poesia di Pablo Neruda, perchè ti sia di aiuto nella ricerca della più grandi delle arti: quella della poesia. Un bacio, mia cara amica. Fabio.
    E fu a quell'età... Venne la poesia
    a cercarmi: Non so, non so, da dove
    usci', da quale inverno o fiume.
    Non sò come nè quando,
    no, non erano voci, non erano
    parole, nè silenzio,
    ma da una strada mi chiamava, dai rami della notte,
    all'improvviso tra gli altri,
    tra fuochi violenti
    o mentre rincasavo solo
    era li' senza volto
    e mi toccava.

    Io non sapevo che cosa dire, la mia bocca
    non sapeva
    chiamare per nome
    i miei occhi erano ciechi,
    e qualcosa pulsava nella mia anima,
    febbre o ali perdute,
    e mi formai da solo,
    decifrando
    quella bruciatura,
    e scrissi il primo verso vago,
    vago, senza corpo, pura
    sciocchezza,
    pura saggezza
    di colui che nulla sa,
    e vidi all'improvviso
    il cielo
    sgranato
    e aperto,
    pianeti,
    piantagioni palpitanti,
    l'ombra trafitta,
    crivellata
    da frecce, fuoco e fiori,
    la notte travolgente, l'universo.

    E io, minimo essere,
    ebbro del grande vuoto
    costellato,
    a somiglianza, a immagine
    del mistero,
    mi sentii parte pura
    dell'abisso,
    ruotai insieme alle stelle,
    il mio cuore si distese nel vento.
  • Simone Suzzi il 26/11/2009 23:17
    carina
    le rime non sono forzate
    suona bene
  • Kartika Blue il 26/11/2009 20:42
    Un'esplosione di sensualità e passionalità!! bellissima!!
  • Ruben Reversi il 26/11/2009 18:52
    molto sensuale e intensa, dal significato di amore assoluto dove offri te stessa, il tuo corpo, gli umori l'anima.
    bravissima! bacio ruben
  • Jurjevic Marina il 26/11/2009 18:27
    Naviga Giuseppe.. a questo servon le poesie un bacio
  • Giuseppe Bellanca il 26/11/2009 18:19
    Leggo molti doppi sensi che mi fanno navigare in un mondo di sensi sperduti in amplessi desiderati, voluti, vissuti, il tutto condito con eleganza e delicatezza... sempre più passionaria e tanto ardore... brava ciao...
  • Jurjevic Marina il 26/11/2009 18:03
    Grazie a tutti! Vi dico com'è nata questa poesia. In realtà ho scritto un'altra.. che parlava del far l'amore in una maniera molto più aperta di questa, e lo staff non la trovava appropriata. Ed ero costretta di usare un modo meno volgare hahaha
  • Anonimo il 26/11/2009 17:28
    woow.. bravissima
  • Anonimo il 26/11/2009 17:28
    woww.. bravissima
  • Vincenzo Capitanucci il 26/11/2009 09:32
    Bellissima Matilda... una pioggia nel seno della vita.. da vita.. ad un travolgente fiume... scorrente verso un oceano d'Amore...
  • vasily biserov il 26/11/2009 09:13
    Sulle mie cosce posa la testa,
    Dentro di me calma la tempesta
    Viva la passionalità, è stupenda!!
  • Antonietta Mennitti il 26/11/2009 07:25
    Dolcissima e passionale!
  • Antonio rea il 26/11/2009 07:21
    Bravissima, riusciresti a rendere dolcissima anche la più tumultuosa delle poesie!! I tuoi versi hanno un qualcosa che arriva al cuore!!
  • Anonimo il 26/11/2009 00:03
    la rima... quando la trovo... in una poesia così intensa dove l'esplosione dei sensi è esposta in maniera tanto elegante... meravigliosa. grazie

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0