accedi   |   crea nuovo account

La mia Vita

Ho ripercorso la mia vita
di quando ragazzina spensierata
credevo di tenere il mondo in mano.
Mille progetti per il futuro
le cose che avrei voluto fare
poi ho conosciuto te, mi son legata
finiti i sogni, i giorni tutti uguali.
Rimango chiusa in casa ad aspettare
hai detto, bisogno non hai di lavorare.
Passano gli anni la vita sempre uguale,
ci sono state delle incomprensioni
e ad ogni discussione, quella frase
"non vali nulla, che sei riuscita a fare"
E ritorno con la mente ai miei vent'anni
quando volevo riuscire in molte cose
e per amore ho rinunciato a tutto
la casa e i figli da curare.
Non ho più la forza di cambiare
hai tarpato da tempo le mie ali,
ed ora non riesco più a volare.
Sono chiusa dentro a questo guscio
mi soffochi e mi fai mancare l'aria.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

26 commenti:

  • Francesca La Torre il 10/01/2010 15:03
    È così:l'amore non è eterno!
  • Cesira Sinibaldi il 09/01/2010 15:36
    Ti ho letto e ho pensato al bellissimo romanzo di H. James "Ritratto di signora" . Anche con l'aiuto della tua poesia, riscrivi un finale diverso. Brava per i versi!
  • Anonimo il 03/01/2010 20:35
    concordo con Piero Simoni. Non adagiarti mai! Mi riconosco nella tua poesia.. ero così anch'io.. poi mi sono ribellata.
    Sii tu sempre e non quello che esigerebbero da te.
  • Anonimo il 01/01/2010 10:25
    Ha ragione Anna... chi scrive poesie sa volare. Segui il consiglio di Piero... falla leggerla al tuo uomo... vada come vada... che legga anche i nostri commenti. Io credo che una regolatina al carburatore se la darà perchè un motore che gira male puzza di benzina. E questa puzza lui la deve aver sentita... Ciao, la mia solidarietà.
  • Piero Simoni il 30/12/2009 22:50
    ma il tuo "lui" ha letto la tua poesia? Il tuo grido di dolore?
  • Anna Maria Russo il 25/12/2009 04:02
    A volte Alfonso si crede di trovarla la felicità, ma invece è solo fumo.. e tutto svanisce e rimane l'amaro in bocca..
  • Anonimo il 24/12/2009 21:30
    Spero che il nuovo anno rompa il guscio che ti opprime, e trovare la felicità tanto cercata.
    Auguri
  • danilo il 15/12/2009 08:56
    Molti di noi crescendo lasciano alle spalle sogni, ma solo per desideri nuovi e più stimolanti. Tu hai dato vita a quel sogno chiamato famiglia. Forse hai sbagliato persona, non ti abbattere, perchè è lui che deve sentire la tristezza trafiggergli il cuore, vedendo in te scomparire per lui l'amore. Ciao, ciao.
  • giuliano cimino il 11/12/2009 23:08
    non è mai tardi per volareeeeeeeeeee
  • Salvatore Ambrosino il 08/12/2009 21:43
    ovviamente la vita ci riserva ostacoli, l'importante e saperli affrontare con dignità e consapevolezza.
  • Anonimo il 01/12/2009 19:28
    Da ragazzino anch'io ero convinto di tenere il mondo in mano. E da vecchio sono sicuro di tenerlo piu che mai in mano.
    Cara fanciulla, hai scritto una poesia molto bella e io sono felice di averla letta.
    Ciao da nonno Libero.-
  • Anna G. Mormina il 01/12/2009 17:55
    ... tu hai scritto questa bellissima poesia... sai volare!!!
    ... brava Anna Maria!!!
  • Anonimo il 29/11/2009 09:07
    raccontare le realtà certe volte, aprono l'anima, scriverle in poesia aprono il cuore. bravissima Anna Maria. Ciao Salva.
  • Antonietta Mennitti il 27/11/2009 21:57
    La liberta' e' un sacro diritto Anna Maria... non credi che ti sia fatta plagiare un po' troppo da un uomo cosi' all'antica?
    Sei una donna sensibilissima perche' ami scrivere... allora ora dovrai fare una scelta per non farti piegare dall'egoismo altrui!
  • Cinzia Gargiulo il 26/11/2009 21:22
    La libertà è dentro di noi non possono portarcela via se non lo permettiamo. Tu eri molto giovane e hai lasciato che ti tarpassero le ali ma oggi sei una donna consapevole e puoi riprendere a volare se lo vuoi veramente.
    Vola verso i tuoi sogni che puoi ancora cercare di realizzare e coltiva la passione per la scrittura che già può essere un tuo spazio. Vivi semplicemente la tua vita pensando un po' anche a te, vedrai che poco a poco la forza la troverai e riscoprirai quanto vali.
    Poesia molto coinvolgente.
    Un abbraccio...
  • Rino il 26/11/2009 21:06
    Bellissima. E triste... quante occasioni perse per volare insieme... e quante, molte di più, per volare da sola e... senza paura delle vertigini... La conservo... la sento troppo mia... perchè la penso esattamente all'opposto...
  • Anonimo il 26/11/2009 20:49
    Bellissima e profonda. Quando l'uomo è chiuso nel suo egoismo tira fuori il lato peggiore. Colpisce con rabbia l'animo altrui devastandolo, creando sofferenza. Riesce a vedere solo se stesso non ha tempo per gli altri, e cosi riesce anche a cancellare i sogni della compagna, tanto è se stesso che vuole realizzare, non riuscendo ad amare incapace di cercare la felicità dell'altro.
  • Jurjevic Marina il 26/11/2009 17:28
    Bellissima poesia, ma mi arrabbio. Io ho 23 anni, vivo in un paese dove mi vedono già come zitella. La grande parte delle mie amiche si sono sposate a 18 anni e hanno già figli da alcuni anni. Io ho i miei sogni, e li voglio realizzare. Senti, non è mai tardi per ricominciare. Hai i tuoi sogni, seguili. Io di certo, non pretendo di sapere cosa vuol dire casa e famiglia da curare, ma so che mia madre ha 53 anni, lavora, mantiene 4 figli, tra cui 2 studenti, si occupa della nonna che ha 85 anni ed è malata, ha un marito ch'è meglio lasciar perdere. Vive in un paese dove è difficile essere diverso. Ma lei è una grande donna, che nonostante tutto ha lo spazio per se stessa. Ed è profondamente felice. Non rimanere a casa, ma riprendi il volo, perché ce la fai. Ti abbraccio con tutto il cuore
  • francesca cuccia il 26/11/2009 16:42
    Le tue parole sono verissime direi che mi rivedo alla grande eh, però ho deciso anche di continuare a vivere la mia vita forse non si ha la stessa forza ma, provarci può servire a non sentirsi dire che non si vale nulla, bellissima, molto vera per tante purtroppo.
  • Marhiel Mellis il 26/11/2009 15:07
    Eh! questo destino che si traveste d'amore... che cieco non fa avvertire l'essenza del proprio io, tarpa volontà in nome di un sogno che sogno poi non è... Queste tue parole così intense sono come farina che impasta la libertà che allora non si poteva capire a fondo quanto avrebbe reso dura la vita! Un caro saluto da donna a donna!
  • Anonimo il 26/11/2009 15:05
    lla libertà oggettiva... quella può essere tarpata... ma quella interiore... libera si libra in volo... raggiunge le cime più alte... tocca gli abissi a contare le stelle marine... in cielo gioca a nascondino con gli angeli... quella no... non bisogna permettere alla meschinità degli altri di metterla in gabbia... un sorriso per lei da parte mia.
  • Kartika Blue il 26/11/2009 14:04
    Sono gli uomini che trattano così le donne a valere meno di niente!! Bellissima poesia!! Un abbraccio
  • Donato Delfin8 il 26/11/2009 13:52
    Rompi e vola che voli farai e saprai che vali. Ma tanto già lo sai.
    Bella riflessione
  • Patty Portoghese il 26/11/2009 12:39
    Vola amica mia vola.. non lasciarti imbrigliar più le ali! Vola con me più in alto che puoi, noi valiamo perchè abbiam dentro tanto da dare!!! Basta ad esser infelici, non siamo più fate senza ali!
  • Auro Lezzi il 26/11/2009 12:24
    Ma la poesia sa anche far spuntare le asli.. l'immaginazione può essere impulso.. Secondo me stanno spuntando di nuovo... Ciau passerrotta.
  • Antonio rea il 26/11/2009 11:45
    Versi forti intensi rabbiosi. Poesia bellissima e molto coinvolgente. VALI MOLTO!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0