username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Quella Vigilia un po' speciale

Luci nella notte di quella Vigilia un po' speciale
che in modo diverso volemmo passare.
Decisione a cuor sereno Gesù in piazza ad aspettare.

Frugale e veloce cena, tepor di sciarpa al collo,
via a rimirar del lungo Tevere le sponde.
Dell'angelo alato il Castel abbiam ammirato.

S'apre larga la via già illuminata
voci sussurrate davanti la Capanna,
l'abete altissimo tocca il cielo.

Di bianche luci illuminato.

San Pietro maestosa qual migliore atmosfera,
in alto lassù par piccola finestra illuminata,
bimbo mio tra le braccia a indicar la luce.

Avvolge in quel momento il Santo Padre.

L'attesa è lunga, ma par poca cosa,
quando il Suo Sguardo benedice ogni persona
come se tra le mani avesse di ognun di noi il capo.

La Messa è solenne coinvolgente, a migliaia
gente si stringe per veder quel Bambino arrivar.
Si prega si canta, tutto è sereno... è di nuovo tornato.

Con la gioia nel cuore la mezzanotte abbiam passato
Sensazioni d'amore fanno eco nel cuore.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • loretta margherita citarei il 26/11/2009 14:02
  • Donato Delfin8 il 26/11/2009 13:44
    Molto bella
  • Ugo Mastrogiovanni il 26/11/2009 13:26
    Quando il verso si diffonde tra luci come queste, aumentandone splendore e fascino, allora è frutto di un poeta.
  • Antonio rea il 26/11/2009 12:53
    Bella prospettiva, paesaggio incantevole, notte magica. I tuoi versi fanno sognare!! Grazie!!
  • Salvatore Ferranti il 26/11/2009 12:39
    una splendida vigilia in anticipo... bravissima Patty

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0