accedi   |   crea nuovo account

Esmeralda

Cosa fai lì sulla strada?
Gonna sgualcita,
tamburello tintinnante
neri capelli al vento,
e fascino esotico.

Incanti la gente,
la capretta volteggia
fra le tue cavigliere,
danza una danza,
muovendo i tuoi veli.

Il tuo bacino
è come le onde del mare,
pericoloso,
ognuno può affogare.

Ed eccolo li,
di biondi capelli,
un giovane cavaliere,
che si è perso.

Smarrito dalla tua essenza
di donna misteriosa e vera,
affascinato
dalla tua bigiotteria.

Ma attenta! Ecco le guardie!
Di punto vestite
e con l'arma alla mano,
fuggi via!

E spezza l'incanto,
ruba gli sguardi,
innocenti e perversi,
e poi non voltarti indietro.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Giuseppe Bellanca il 26/11/2009 21:54
    Una danza avvolgente in versi ammalianti... ciao.
  • Anonimo il 26/11/2009 21:47
    bella... mi ha rammentato Firenze e Notre Dame de Paris... sono tornata indietro di un anno... garzie... Veramente bella la sua poesia.
  • Anonimo il 26/11/2009 21:24
    Bella la visione della zingara dnazante, e il gobbo attenderà in silenzio di morire abbracciato a lei. Bella.
  • Kartika Blue il 26/11/2009 20:53
    Poetessa Gringoire!! ma che bella!! bravissima!!