accedi   |   crea nuovo account

Aperte le ali

Alberi
come esseri
incastonati nel terreno
monoliti di resina
e cellulosa
privi di chiome
e d'abiti
disadorni

Arie contrastanti
perturbazioni disubbidienti
s'incontrano dense
tra i rami fitti
come acqua tra le dita

La loro
nudità
è coraggio senza protezione
per affrontar la carezza
del ghiaccio
a venire

Non temono
la congettura o l'inganno
poiché non c'è sorpresa
più accattivante
del decorso naturale
e insensato
di pioggia e vento
combusti in cristalli

Tra i cerchi dell'anima
momenti eterni
a misurarsi
cadute e ascese
memento e oblio

Il sempre...

L'alchimia d'un tesoro
prezioso e raro
è volo implicito
d'imenottero esploratore
e bacio appassionato
tra bottinatrice
e fiore

Aperte le ali
le corolle
dischiuse
oro impalpabile
trasfigurato
in liquida vita
colante
dolcezza

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Sergio Fravolini il 24/03/2011 09:17
    Molto bella mi piace.

    Sergio
  • giovanna raisso il 30/11/2009 16:41
    tutto scorre.. il sempre.. e" non c'è sorpresa più accattivante del decorso naturale" ma volare ancora, e tramutare..
    bella
  • Anonimo il 29/11/2009 14:01
    bellissima..
  • giusi boccuni il 27/11/2009 22:32
    bellissima trasfigurazione poetica dello scorrere della vita, nella sua semplice e splendida naturalezza
  • Anonimo il 27/11/2009 17:17
    Sono pesanti queste ali, ma sempre protese verso l'azzurro.
    L'ultima strofa è bellissima
    grazie tesoro per queste tue perle
    T A
    Angelica
  • Anonimo il 27/11/2009 16:44
    "... pioggia e vento combusti in cristalli." Una delle tante meraviglie di questo capolavoro, l'ennesimo!!! Grazie carissima, l'ho letto e riletto ed è sempre lo stesso stupore.
  • loretta margherita citarei il 27/11/2009 16:08
    incantevole
  • Anonimo il 27/11/2009 15:48
    ... s'incontrano dense tra i rami fitti come acqua tra le dita... mi ha emozionato molto... senso di libertà... che tutto si avverte ma nulla si trattiene e nulla è trattenuto... lasciar scorrere il corso delle cose naturalmente e ciò che rimane è impresso nella corteccia... sulle pietre dal vento... nel cuore delle persone per sempre... bellissima, la mia interpretazione... non me ne voglia, però mi ha fatto sognare ed è stato molto bello. Grazie.
  • augusto villa il 27/11/2009 14:56
    Davvero bella, le ultime due strofe poi... in modo particolare...
    Adesso che ci penso pero'... mi piace molto anche la quarta strofa... Vera e magica!...
    Beh dai... diciamo che mi piace tutta...
    Brava Fatina!!!
  • Salvatore Ferranti il 27/11/2009 14:52
    le tue poesie sono fantastiche... complimenti sempre sinceri ad una grande poetessa

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0