accedi   |   crea nuovo account

Le scuse

Colui che pensa d'essere perfetto
e mai ritiene in fallo d'esser colto,
non fosse che per questo già ha un difetto
ch'in alcun modo possa essergli tolto.

Quest'essere dall'aria assai saccente,
esente d'ogni colpa e d'ogni errore,
credendosi tuttologo e onnisciente,
si sente poi alla massa superiore.

Non sa che riconoscere uno sbaglio
è una dimostrazione di saggezza:
maturo è chi s'accorge d'un abbaglio
non esitando a renderne contezza.

Saper porger le scuse se s'ha torto
caratterizza l'animo sincero.
In quest'umile gesto, non estorto,
tutta la dignità dell'uomo vero.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Giuseppe ABBAMONTE il 08/12/2009 21:11
    Nicola
    la perfezione non è di questo mondo. La razza ruspante è, probabilmente, quella che più vi si avvicina. Purchè sia pronta a porgere le scuse se necessario (cioè, per i ruspanti, praticamente mai...)
    Un abbraccio
    Giuseppe
  • Nicola Saracino il 08/12/2009 16:41
    Caro Giuseppe, questa tua apre la starda a molte considerazioni, e a me viene una in cima a tutte: nessuno pensa davvero di essere perfetto, però molti vogliono apparire perfetti e mai essere colti in fallo. Atteggiamenti da persona debole. Ci sono, è vero, i veri perfetti, ma quelli si celano accuratamente dietro a difetti inventati, come piccoli ritardi voluti, finte debolezze della carne ecc. Razza ruspante, decisamente superiore! Nicola
  • Giuseppe ABBAMONTE il 29/11/2009 09:43
    Si, Bruno e Loretta, avete ragione.
    Condivido completamnte le vostre considerazioni.
    E vi ringrazio per i complimenti.
    Giuseppe
  • Anonimo il 28/11/2009 23:41
    La verità ti rende libero, la conoscenza di se stessi è la forza degli uomini. Bella, complimenti Giuseppe.
  • loretta margherita citarei il 28/11/2009 21:33
    vera saggezza l'umiltà è chiedere scusa se si sbaglia
  • Giuseppe ABBAMONTE il 28/11/2009 16:58
    Grazie dei gentili commenti
    chiedere scusa, riconoscere un errore: ho sempre pensato sia una manifestazine di forza, di maturità e non di debolezza.
    Mi fa piacere sapere che siete d'accordo con me. E spero proprio che non siamo i soli a pensarla così.
    A presto
    Giuseppe
  • giusi boccuni il 28/11/2009 12:48
    sono assolutamente d'accoro con te!
  • Vincenzo Capitanucci il 28/11/2009 11:16
    Chi si crede perfetto è in difetto... saccente-onnisciente...è in errore superiore... in sbaglio d'abbaglio... se chiede scusa...è sincero e vero... e prosegue la sua strada... in saggezza e contentezza...

    Bravissimo Giuseppe... la Tua solita Maestria... apre una via...
  • Anonimo il 28/11/2009 10:45
    l'umiltà è di colui che è maestro senza sapere di esserlo, con la saggezza di non volerlo sapere nella consapevolezza di avere tanto da dare quanto da imparare... da tutti senza scartare alcuno... mi è piaciuta moltissimo la sua poesia... e quanta verità racchiude.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0