accedi   |   crea nuovo account

Il canto della Si rena

Pettino
lungo il litorale
del tuo seno
con cura
parole
in sabbia

sciogliendo
nell'onda
dei tuoi capelli
il loro luminoso nodo
marino

Odo
nella distanza
la lontananza
di quei tuoi lunghi riccioli
neri

il melodico profumo
emanato
dal tuo corpo
di salsedine

nel luminoso
arrembare
del mare

sulle
inviolabili
rive
dei tuoi fianchi

pervadono
fino all'ultima stanza

tutte
in un appello di voce

infinito

le conchiglie vuote abbandonate sulla spiaggia della mia perseverante notturna istanza

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Giada Aliffi il 24/08/2012 12:18
    Complimenti... molto bella, romantica e raffinata nelle descrizioni.. trasmette calma e dolcezza a chi la legge
  • Kartika Blue il 28/11/2009 17:41
    splendida!!
  • Anonimo il 28/11/2009 14:18
    ... conchiglie con ancora l'eco della passione... mai vuote, mai vuote!
    Bellissima!
  • giusi boccuni il 28/11/2009 12:24
    ammaliante ammaraggio... un miraggio? speriamo il più reale possibile... bellissima
  • Anonimo il 28/11/2009 11:02
    domande che troveranno risposta... forse poggiando l'orecchio alle conchiglie... forse ascoltando le onde... quello che ora rimane è un dipinto d'amore... in questa poesia, un dipinto d'amore dai toni delicati e sensuali... Bella, davvero bella...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0