accedi   |   crea nuovo account

Gesù Bambino

Pur potendo
nascere
in uno palazzo
meglio
de lo stesso
re et imperatore,
in una fredda
et umida grotta
in quel
di Betlemme
gli occhi
aprì
et a lo mondo
sorrise,
tra lo fiato amico
de lo asinello
e de lo bue,
lo Gesù Bambino.
A lui
s' inchinarono
oltre ai pastori
et contadini
de lo vicinato,
i Magi Re
da terre
lontane venuti,
ad onorare
et doni
offrire
a questo
Re dei Re.
Tutto questo
oggi divenuta est
mera speculazione
commerciale.
Di quel
Gesù Bambino
rimane
purtroppo
solo uno letto
di paglia
che
in fumo
va
per un
anno ancora.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • silvana capelli il 07/12/2011 16:18
    sai quanto è vera! ancora oggi si sfumano i gaudi più belli!!!
    Speriamo che Gesù bambino adesso ora, infiammi ogni cuore del suo immenso AMORE!! AUGURI, DON POMPEO, tanti saluti
  • Anonimo il 30/11/2009 21:25
    Verissima e bella.
  • alice costa il 30/11/2009 14:14
    concordo pienamente
    Bravo...
  • Kartika Blue il 29/11/2009 21:55
  • Anonimo il 29/11/2009 21:24
    Tutto vero quello che tu dici... se imparassimo ad averlo nel cuore invece che nei centri commerciali... vivremmo tutti meglio... auguri Pompeo.
  • loretta margherita citarei il 29/11/2009 21:10
    giusto bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0