accedi   |   crea nuovo account

Caffè

Ho smesso di bere caffè.

Non siederò più al tavolo
con un forte mal di testa
attorno i parenti,
in festa
davanti a tazze fumanti
e bollenti
e il cozzare di ceramica
sul tavolo
mai più annoierà i miei timpani
e mai più colerà
caffè nero
sul tavolo bianco.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • giuliano cimino il 30/11/2009 22:49
    bella
  • Marco Giunta il 30/11/2009 22:30
    Ahah beh in effetti è proprio vero... non so neanche perchè ho scritto questa poesia se così la si vuole chiamare però il fatto di aver smesso di bere caffè è stato per me significativo, è stata una scelta presa così, da un momento all'altro... una vena di follia emersa in piccolezze che, chissà, magari avranno un grande riscontro positivo
  • Antonietta Mennitti il 30/11/2009 21:26
    Il caffe' rende nervosi lo sapevi?... dai! stavo scherzando... Piaciuta.
  • Anonimo il 30/11/2009 20:37
    Bella.
  • Anonimo il 30/11/2009 20:05
    E fai bene... forse ti alzerai dal tavolo senza mal di testa...
  • loretta margherita citarei il 30/11/2009 18:41
    stacco definitivo bella