PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Delusioni

Molte persone,
dall'amore ferite,
sconvolte
da delusioni cocenti,
hanno paura
ad amare di nuovo.
Bambini,
seduti sulla spiaggia,
vorrebbero immergersi,
ma temono l'onde,
temono di annegare.
Rimangono lì,
immobili a contemplare
il mare,
pur se attratti,
rifiutano l'approccio,
tra il dolore del rimpianto
e la gioia della rinuncia,
vivono e vanno avanti,
fino alla fine,
bambini insicuri
sulla battigia della vita.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

20 commenti:

  • Anonimo il 03/12/2009 02:02
    bella davvero... sono immagini molto presenti nella mia vita... metafore inquietanti
  • vasily biserov il 02/12/2009 21:02
    bellissima!!
  • Vincenzo Capitanucci il 02/12/2009 08:31
    Molto bella L'Or... rimangono traumatizzati... nel loro lato più puro... e infantile... ed hanno paura... di essere ancora feriti...
  • Ruben Reversi il 02/12/2009 01:00
    versi lucidi come sei solita tracciare... vero l'amore lascia ferite difficili da rimarginare! bravissima, bacio Ruben
  • giuliano cimino il 02/12/2009 00:18
    bellissima e reale, che grande paragone, grande verità
  • Auro Lezzi il 01/12/2009 19:46
    Però errano del tutto..
  • Donato Delfin8 il 01/12/2009 19:31
    Vero Lo
  • Anna G. Mormina il 01/12/2009 17:29
    ... molto bella, brava!
  • Dolce Sorriso il 01/12/2009 16:33
    profonda come il mare
    sei bravaaaaaaaaaaaa
    smack
  • Kartika Blue il 01/12/2009 15:40
    profonda, bellissima!!
  • Fernando Biondi il 01/12/2009 13:44
    spesso è più facile essere bambibi impauriti, che adulti coraggiosi, bellissima la tua poesia, complimenti amica mia, ferny
  • Anonimo il 01/12/2009 13:33
    sì... a volte si insinuano nella mente pensieri che hanno un colore che non dovrebbe esser contemplato nella gamma dei colori, dissolto dal vento e ripudiato dalle onde che a volte appaiono così invitanti... terribilmente invitanti e ti dici.. sarebbe così semplice.. un attimo... ma il mare quando prende non è per quietare il suo tormento... il mare quando prende è perchè l'uomo osa in eccesso e valica il confine che gli è consentito... e rimani lì-uomo bambino-bambino uomo... tornerà il tempo di un calcio ad un pallone... di una corsa con le trecce al vento... bellissima.
  • Sarah K. il 01/12/2009 13:31
    Forte!!!
    Brava brava!!!
  • Giuseppina Iannello il 01/12/2009 10:50
    Piaciuta.
  • Anonimo il 01/12/2009 10:25
    siamo tutti bambini impauriti... bella davvero
  • Giuseppe Bellanca il 01/12/2009 10:00
    Poesia molto profonda... brava Lor.. un abbraccio ciao.
  • Anonimo il 01/12/2009 09:21
    Eppure se si aprisse il cuore... qualche cosa avrebbe la possibilità di entrare...
    bella come sempre Lor...
  • Anonimo il 01/12/2009 09:12
    Molto bella e profondamente sentita da me...
    il dolore delle perdite o di quell'unica perdita non è facile da sfilare di dosso... una corazza di fragilità su un corpo che fatica a contenere l'anima...
  • Antonietta Mennitti il 01/12/2009 08:34
    E chi non ha timore mia cara... c'e' troppo egoismo in giro. Non ci resta altro che essere sempre se stessi e continuare questa vita tra alti e bassi, sperando in un domani sempre migliore!
  • Fabio Mancini il 01/12/2009 08:22
    Molte persone vanno condotte per mano a sperimentare l'ignoto, a superare le paure, ad aver fiducia in se stessi. Passo, dopo passo. Bella poesia, ottima chiusa. Un bacio, Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0