PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

U Natalu de lu carciratu

Miravigliatu
assaje
rimastu songu
pe' n' omo
c' ora
è carciratu.
A mamma
a mujera
e a figlia
circannu va
pe' tinerle
tutte
stritte stritte
dinta
a chelle
brazza
soje
che
'brattate e sangu
songu,
pe' daglie
gli auguri
de Natalu
e Capurannu.
Pe' quannu
nun giustificu
l'attu sua,
seppur
d'onor compiuto,
'na lacrema
mia
se ne già
scinnuta.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0