accedi   |   crea nuovo account

Ritrovo il Natale

Mi aggiro nella città,
mi abbagliano
ammiccanti insegne,
m'inseguono nordici pupazzi,
ma manca la certezza del Natale.
Confusa mi fermo,
mi scuoto
e con volo di pensiero
mi salvo.
Imboccando
i tornanti del tempo
raggiungo il mio paesello
arroccato su sicura
roccia di fede.
Nella notte santa
m'inebria di pace
nenia di zampogna.
Vedo la mia gente
stipata
in luce di chiesa.
Con forza di preghiera
ne spingo la vetusta porta,
si colmano le mie valli di sfiducia,
appendo mia razionalità
a stelle di meraviglia
e, indossando mantelli
di gratuità,
Ti guardo mentre, Tu Bimbo,
appari in statuina di cera.
Ora tenero riposi
nella culla del mio cuore
quale Signore di mia vita.
E ritrovo il mio Natale!

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • loretta margherita citarei il 02/12/2009 15:38
    unica x dolcezza
  • Anonimo il 02/12/2009 13:05
    Si... un bel messaggio di speranza
    Brava!
  • Maurizio Cortese il 02/12/2009 12:47
    Significative e commoventi immagini per un Natale ritrovato.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0