PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Città e C. S. A

Nella mia città
c'è una malattia
che non va più via,
blocca il respiro,
pugnala il cuore,
reprime la mente,
è disagio sociale.

Nel C. S. A.
c'è una gioia
che non va più via,
lotta il male,
aggrega la gente,
accende la musica,
è vita sociale.

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 20/06/2012 13:17
    ... vita sociale
    come mezzo di riscatto
    interiore,
    piaciuta.

4 commenti:

  • Salvatore Mercogliano il 03/12/2009 22:59
    ciao mirca naldi, io penso che la poesia sia uno strumento personale per esprimere un certo tipo di pensiero e anche una certa libertà d'espressione. Cmq C. s. a. significa Centro Sociale Autogestito.
  • loretta margherita citarei il 02/12/2009 15:18
    l'importante è stare bene con gli altri
  • Mirka Naldi il 02/12/2009 11:04
    Ops, "... cosa fosse", non "... cosa sia".
  • Mirka Naldi il 02/12/2009 11:03
    Sarebbe stato bene specificare cosa sia C. S. A., io posso supporre sia un centro sociale, ma trovo la sigla un po' riduttiva.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0