accedi   |   crea nuovo account

Violente passioni

Puoi alzarti ora,
andare verso la tua sorte
guardare in faccia la pazzia,
se ti farà piacere ti chiamerò amico
ma non sarò sincero;
ho gettato dalla finestra la mia coscienza
ora vado avanti per istinto.
Stai bene attento,
Dio ha preso i suoi risparmi
ed ha lasciato questo paese
tra le ombre di violente passioni.
Puoi alzarti…e chinarti su di lei
puoi prendere parte alla sua depravazione.
…Perché la donna d’altri profuma d’amore!
E di quell’amore ne sono assuefatto;
ed ogni strada porta al vizio.
Io sono uno straccio
…ma resisto.
Lei respira d’autostima,
è eccitata nel sentirsi donna
…ed intanto Dio continua ad ignorarti,
la sua chitarra suona a vuoto
e se lui non se ne cura…
patteggerà la pena col Demonio
nel tempo dove il vizio prende sostanza.
Resterai fisso a guardare
l’amico che ti volterà le spalle
perché per la donna d’altri…
facciamo tutti la stessa fine.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • roberto volpe il 28/12/2009 21:40
    Ma Dio suona la chitarra? Scusa eh
  • Maurizio Gagliotti il 21/11/2008 11:00
    Molto, molto bella.
  • TIZIANA GAY il 14/08/2008 13:50
    non male
  • sara rota il 08/07/2007 10:38
    Anch questa mi sa di canzone, ma non mi piace... Peccato, alla prossima.
  • Maty' Sessa il 02/07/2007 04:42
    forse non conosci i comandamenti (non nominare il nome di Dio in vano) la poesia e bella, ma sei stato blasfemo e ti ho dato 1
  • Maty' Sessa il 01/12/2006 21:19
    che mistero dolce ma sfuggente: sei in gamba

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0