accedi   |   crea nuovo account

L'incontro

Incontrarsi,
casualmente,
dopo tanto tempo,
prendere insieme un caffè.
Rispondo alle tue domande,
quei convenevoli
come stai, cosa fai.
Tu parli, parli,
nella mente
urla il desiderio
di dirti...
Se mi avessi scoperto
nell'amore,
non nel piacere,
se mi avessi tenuta
stretta al tuo petto,
cullandomi come una bimba,
avresti compreso
la mia vera essenza,
le mie parole d'amore
per te,
m'avresti amato
per quello che sono,
più anima che corpo.
Ma taccio, ti guardo,
inutile
il mio dire,
se non hai compreso allora,
non puoi ora,
capire.
Per questo, inevasa
è la risposta,
al quel tuo domandarmi
il perché,
fra noi, sia finito
l'amore.
Sorridendoti,
mi allontano da te.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

21 commenti:

  • Grazia Denaro il 19/01/2012 21:13
    Molto bella molto dolce!
  • ignazio de michele il 27/04/2010 07:18
    magnifica descrizione di un anelito... incompreso dal -cervelletto- maschile
  • Don Pompeo Mongiello il 09/12/2009 16:16
    Complimenti, veramente brava!
  • Antonietta Mennitti il 08/12/2009 22:14
    Si amano purtroppo anche i difetti di una persona e a volte si diventa ciechi perche' l'amore offusca la nostra vista, nonostante sappiamo che : " il cane il pelo perde, ma il vizio no "... allora stanche ci arrendiamo all'evidenza dei fatti... ma ahime' ormai e' gia' tardi!
  • Kartika Blue il 08/12/2009 08:59
    veramente bellissima!!
  • IGNAZIO AMICO il 08/12/2009 00:16
    Toccante il garbo, l'eleganza, la pacatezza di questa poesia, con quel tocco di amaro rimpianto superato o forse solo
    schivato da un sussulto di sano e benefico orgoglio. Bravissima, ti ammiro. Un caro saluto.
  • Anonimo il 07/12/2009 22:32
    ... ma tornerò, per un altro caffé, insieme a te...
    Bella.
    Un abbraccio.
    nel
  • Anonimo il 07/12/2009 22:27
    Caffè amaro e parole delicate, soffuse, pur nella malinconia e l'orgoglio.. ma niente viene urlato.. ci si allontana e basta, senza far tanto rumore, da ciò che poteva e non è stato.
  • Anonimo il 07/12/2009 20:48
    fondi di caffe'... amaro con sorriso...
    come sempre... incantevoli versi... un abbraccio...
  • Francesca La Torre il 07/12/2009 19:40
    Mi ritrovo nei tuoi versi, ma da te scritti con molta dolcezza, tipica di un amore ancora vivo, ma inutile...
  • Ruben Reversi il 07/12/2009 18:54
    Versi intensi... nella consapevolezza
    di iuno pseudo-amore peruto
    e riperduto! e' meraviglliosa come te.
    grazie ti bacio Ruben
  • Anonimo il 07/12/2009 18:42
    bravissima..
  • antonio castaldo il 07/12/2009 18:25
    per me sei la solita fata che trasforma il semplicissimo in magia (povero lui)
    ... e questa me la tengo!
  • Anonimo il 07/12/2009 17:41
    le finzioni di cuore non sono mai parole d'amore, ma tu lo spieghi meglio. ciao lory bravissima ciao Salva.
  • Fabio Mancini il 07/12/2009 17:31
    Semplice, ma effficace, come sempre. Ciao, Fabio.
  • Auro Lezzi il 07/12/2009 17:19
    Un tormento in versi... Quasi come se la poesia potesse renderlo meno doloroso per la bellezza con cui è descritto.
  • Anonimo il 07/12/2009 16:29
    Lor vero, non ha compreso... non avrebbe chiesto come mai è finita tra di voi... così ora potrai chiudere quella porta...
    e guardare avanti senza i "ma" e senza i "se"...
    Bellissima, un abbraccio...
  • Anonimo il 07/12/2009 16:21
    loretta... gli uomini sono un disastro!!!
  • Anonimo il 07/12/2009 16:20
    se tu mi avessi scoperto nell'amore, non nel piacere... avresti compreso...
    a volte si ha paura di comprendere... anche se tutto è molto chiaro... a volte si prende solo quello che si riesce a gestire... non c'è smarrimento peggiore di ricevere in dono un sentimento puro... sorge la paura, il panico... cosa gli do in cambio... se io non so amare... perchè molti non comprendono che l'amore... non chiede nulla in cambio, l'amore si nutre da solo, perchè l'amore genera amore... vorrebbe essere solo compreso... poi questo non preclude che debba per forza esser corrisposto... ma neppure calpestato... bellissima.
  • Ugo Mastrogiovanni il 07/12/2009 16:19
    L'impatto che lascia questa delicatissima opera è un tonfo al cuore. Nati da una sofferta realtà, comunque accettata, sono versi che ricamano i ricordi tramutandoli in un sogno in dormiveglia, quello che solo la poesia può fare.
  • Anonimo il 07/12/2009 16:17
    ... brava Lor.. se non ha capito allora.. un sorriso e via...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0