accedi   |   crea nuovo account

Grazie alla vita

In una pace da sensi smarriti
in un involucro pieno di sogni
realizzati a volte
disattesi a giorni,
sento il tempo sfuggire
ogni anno.

Momenti-macigni di vita vissuta
come in un film
lascian brandelli al vento
dal temporal passaggio
spesso strappati.

Lotto ancora io
che ho qualcosa
per cui valga la pena
sorridere
anche se tutto sembra
scivolare addosso quando
ogni giorno che passa
un cristo scende ancora
dalla croce
salutando con un cappello
panama sventolato in mano.

Un cuore impavido
mi riconosco
o solo sfuggente
tutto pancia e cuore
che s'innalza di niente a volte
ma ancora qui
sopra la nave, buon capitano
e sincero all'orizzonte rivolto,
scavando storie impossibili
gettando ancora,
gomene al mare.

Navi senza altri capitani.
Scelgo un sogno impazzito
nel clamore inaridito dal silenzio
di questi moderni tempi
e dico: "Anche stanotte andrà"
e al mattino
presente sono... per forza.

A volte piegare ginocchia a terreni imposti
a sceglier la notte
che nasconde remoti suoni al giorno
e m'accompagna
e nasconde nottetempo appunto

123

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 07/12/2009 21:08
    forza e determinazione apprezzata
  • Anonimo il 07/12/2009 19:22
    molto apprezzata! la tua forza,,, la tua "grinta" che arriva piacevolmente!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0