PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Parole a Luna

E così sei comparsa d'un tratto
in carne di video,
con sciolti capelli,
collana sul petto,
monili alle orecchie,
occhi taglienti
come filo d'acciaio
per l'anima mia.
Sorriso distratto
d'ingenua creatura
di Luna Mercuria,
di luce d'argento
che muove astri e stelle,
che compie maree e muove gli uccelli,
Regina di eventi casuali e sincronici eventi
per farmi
p e n s a r e,
s o g n a r e,
v o l a r e.
Un fremito ascolto nell'anima mia
ch'entra dritto nel cuore
e paura m'assale:
ancor d'"aqua" l'anima mia si ricopre
come fosse Rugiada
chel dolce tepore del Sol non riesce a svanir.

 

0
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 07/06/2016 06:50
    Letta con piacere, una dolce poesia.
  • Anonimo il 06/05/2014 08:17
    Un bell'inno alla donna anche se idealizzare troppo le donne spesso produce alienazione solo in noi uomini. Le donne, quasi sempre, vogliono mostrare solo l'esteriore di se stesse. L'interiore lo costruiamo e lo leggiamo solo noi uomini, ma spesso è solo un nostro sogno!

3 commenti:

  • Anonimo il 06/05/2014 08:15
    Idealizzare troppo le donne spesso produce alienazione. Anche perché le donne vogliono apparire esteriormente. L'interiore lo costruiamo e lo leggiamo solo noi uomini, ma spesso è solo un nostro sogno! Comunque l'inno alla donna è ben costruito.
  • Kartika Blue il 08/12/2009 16:38
    molto bella, mi piace tanto!!
  • fabio martini il 08/12/2009 12:57
    .

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0