accedi   |   crea nuovo account

Omissione di soccorso

che male ci fa il limitarci. costringerci. rinchiuderci.
Soffocare un abbraccio enorme che vorrei, ma non posso.
Frena non la paura mia di spingermi al confine del leale,
la capacità tua di discernere che sanguino anch'io ma non dal petto.
Sto amputando le mie dita che correrebbero sui tasti ormai scoloriti che portano alla tua voce.
Ho gettato le chiavi della macchina in un fiume per non venire a piangere con te.

Mi consolo con l'approvazione generale di gente che annuisce meccanicamente.
Mi dico di essere fiera. Sono fieramente lontana.
Omissione di soccorso direbbero alcuni. Come dar loro torto?
Prima investi ai 100 all'ora e poi ti rifugi nel silenzio.
Nel tempo che guarirà i segni di quella strage.
Ma quanto tempo occorrerà? prima che possa abbandonarmi.
L'assassino torna sempre sul luogo del delitto.

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 23/11/2015 10:29
    splendida... complimenti.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0