PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Control

L'assenza di qualcosa di inaspettato,
qualcosa la cui disarmante ricerca
devasta sempre più i miei amorfi battiti.
L'assenza di una parte sconosciuta di me,
di un'istinto primordiale
rinchiuso in gabbie di inutili parole,
insane paure,
famelici rigoglii
che avidamente divorano
le mie naturali inclinazioni.

Forse dovrei solo smettere di cercare.

Di nuovo un'altro sguardo
si perde nel nulla,
e di nuovo
quegli occhi spenti
riassaporano l'orrore.
Un'antico odore di funerei tormenti
inebria questo mio tempo
rendendomi inutile, sola e patetica...
... e forse non è altro che la consapevolezza di ciò
ad impedirmi di precipitare nel delirio totale.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Free Spirit il 10/12/2009 14:29
    Quell'assenza dentro noi che famelica ci divora disseminando vacuità nelle nostre carni
    Bella introspezione
  • Kartika Blue il 10/12/2009 10:13
    non smettere mai di cercare, complimenti, molto bella la tua poesia!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0