PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Odisseo

A Circe e Calypso
volto la vela
e a lusinghe più grandi
Al mare nemico m'affido,
nell'animo due lustri più due
da te lontano e dall'Isola nostra.
Peregrino sull'onda di lido in lido;
l'offesa a Poseidon dovrò scontare!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Cesira Sinibaldi il 13/03/2010 15:13
    mi scuso, volevo scrivere greco e invece m'è scappata una "a"!
  • Cesira Sinibaldi il 13/03/2010 15:12
    Per la fretta ho scritto graco, ma s'intende, volevo dire greco, pardon!
  • Cesira Sinibaldi il 13/03/2010 15:11
    Errata corrige: greco e non graco!
  • Cesira Sinibaldi il 13/03/2010 15:10
    Bello l'accostamento al mondo classico graco per interpretare stati d'animo moderni e diffusi!
  • Anonimo il 13/01/2010 18:16
    Bellissima davvero. Bravo
  • Anonimo il 09/01/2010 21:53
    scrive benissimo, complimenti.
  • Donato Delfin8 il 15/12/2009 10:04
    Piaciuta
  • Anonimo il 10/12/2009 20:34
    ... ovviamente "rasserenare" e "raggiungano"... la solita talpa!
  • Anonimo il 10/12/2009 20:24
    Se quel mare nemico potesse tornare amico e cullarti nel suo immenso, fino a rassererare i tuoi pensieri tristi e a trasformarli in petali di fiori che raggiungeno il tuo cuore immenso...

    tvb
  • Vincenzo Capitanucci il 10/12/2009 08:01
    Odi il Se.. torna in mare.. per luminosi lustri... dove il dio pose il sul dono...

    Molto bella... Marcello...
  • loretta margherita citarei il 09/12/2009 20:09
    ottima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0