accedi   |   crea nuovo account

Fragole e cartone

Sono un artista guapa
tutta questa indifferenza mi lacera l'anima
questa overdose di tempi morti
ma non sono meglio sai, sono cattivo a volte
ribalto la spirale e vi cuocio fagioli neri
conditi a ghiaia e sputi
piuttosto che affrontare questo schifo.
Negazione dell'anestesia ma non dell'anestetico
pluralità delle forme di una stessa sostanza.
Lenticchie, rucola, sesamo, curry
sei corde veloci come una folle corsa in autostrada
per correre da te
quantitativa nella mia vita
esatta.
Ho smesso di chiedermi perché
ne ho trovati molti
ballo drum'n'bass patchanka tekno stage-diving e skank
mi conoscono tutti giù al bar
eppure
di questa vita di fragole e cartone a colazione
cosa ne faremo?
E questa rabbia in corpo
è a volte l'unica cosa che mi butta giù dal letto la mattina
mi brucia e fa respirare più di ogni frontiera
mi da voglia di mordere
dove tutto si congiunge
e questo annichilimento
queste favole da raccontarsi per addormentarsi
queste leggende da tramandare, bardo di una generazione persa
e incosciente di essere e esserlo
mi sorrido piano che nessuno mi veda
mi lecco le ferite nel letto come il micio
senti il mio canto alla luna?

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Simone Suzzi il 10/12/2009 12:38
    vi ringrazio molto per i commenti e i sentiti consigli.. kiss!
  • Anonimo il 10/12/2009 07:35
    Faccio parte della vecchia generazione, sono romantica, non nostalgica e guardo felice al futuro... l'importante è non avere rimorsi... la rabbia nasce dal profondo e la scontentezza va combattuta vivendo al meglio la vita, accontentandosi di quello che si ha, apprezzando le piccole cose e dandogli il giusto peso...
    il tuo urlo si sente, non sono indifferente, anche se sono felice... spero che le tue ferite si rimarginino in fretta, tanto da sentirle solo al tatto...
  • Fabio Mancini il 10/12/2009 06:45
    "Questa vita di fragole e cartone" Pur cercando di rispettare gli altri, me stesso e la vita, talvolta bisogna possedere quella cattiveria buona per fronteggiare molte situazioni, altrimenti rischiamo di essere romantici, nostalgici e superati protagonisti di una vecchia telenovelas. Ciao, Fabio.
  • loretta margherita citarei il 10/12/2009 06:43
    molto bella mi ha preso ed affascinato complimenti
  • Jurjevic Marina il 09/12/2009 23:57
    Caro.. il tuo canto lo sento.. parli della generazione persa, tanta tristezza che viene fuori da questi versi. Ci saranno sempre le ferite da leccare, ma bisogna avere il coraggio e andare sempre avanti.
    Ti bacio, e ti penso
    lo sai