accedi   |   crea nuovo account

Chimera

Tiene na faccella
comm'e chelli bambulelle
e purcellana antica.
O naso alla Francese,
na vocca rossa
comm'e na cerasa,
dduie uocchie
ca me parono ddoie Stelle,
e o riesto,
che'tto dico affà,
si fresca
comm'e a crema e nu babbà.

Te muove
comme fusse na Farfalla,
n'coppe a stì tacchi a spillo,
liggera,
comm'e a brezza e primmavera.

Si bella
comm'e na jurnata e Sole,
carnala
comm'e notte e Luna chiena.
Si suonno e desiderio,
si nu suspiro e Core
e chi te guarda e more.

Si nu prufumo e Vita!

Pe mmè tu si Chimera,
malincunia d'ammore,
rimpianto e giuventù.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Ezio Grieco il 20/12/2009 22:17
    Ciao Giuseppe, Vincenzo, Augusto, Lory, grazie per il commento.
    mike
  • loretta margherita citarei il 12/12/2009 21:38
    bella mi entusiami nel vernacolo bacione
  • augusto picci il 12/12/2009 12:14
    Bella, come la tua bambulella, non ho capito tutto ma è il ritmo che affascina aldilà del significato e cosi deve essere la poesia.
  • Vincenzo Capitanucci il 12/12/2009 11:30
    Nu babbà...
    Bravissimo Michele... m'incantano sempre le tue sono rità...
    Chi mera.. merita applausi..
  • Giuseppe Bellanca il 12/12/2009 08:53
    Molto musicale, bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0