accedi   |   crea nuovo account

Rime d'amor perduto

Voi ch'udite le rime del mio dolore
Che tanto ho sofferto nei miei anni
Che tanto ho provato nei miei affanni
Causa di esso fu sempre e sol Amor;

Come Unni in carica... m'ha travolto
Ferendomi a morte con lame di dolore
E Amor d'improvviso divenne mio signore
D'un angelico mostro, vassallo sconvolto;

Eppur ancor oggi rimembro bei momenti
Quando riaffiora la vita passata
Cagion che fu di bei sentimenti;

Ma l'onor che offre è pia illusione
E di tirannia Ella s'è macchiata,
Dipingendo sadica la mia disperazione.

 

l'autore Andrea Contenti ha riportato queste note sull'opera

Fano, 9 ottobre 2002


0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0