username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Urlo

La visione
d'un sole impregnato
di toni astuti
come spade discendenti
trafigge il pallore degli occhi
tenue lume lampeggiante

Costa
prendere tra le braccia
stanche
gambe piegate alla forma della stanza
costa appoggiarvi il mento
su ginocchia ancora
orgogliose
costa ascoltare in silenzio
la guerra che trucida la volontà
il genocidio di ronzii fedeli
l'acuminata fine
così totale nella sua voracità
così furba nella sua cortesia
così lenta e comoda
nella sua morbida e asfittica
giacenza

Non voglio
più attendere
non voglio
più...

... Affondare le mani
nello stomaco
vuoto
alzare la schiena
scivolando la pietra
guardare l'infedele
abbandonarti
col suo viso di coccio
a sussurrare
nomi di nomi
e frantumarsi

Voglio...
giungere all'equilibrio
del sostegno bianco
guardarne le estremità
per un'ultima presenza
lasciarmi
andar via
dentro...

Urlo
eco
ape

Un'altra me
Un'altra...
me.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alex il 19/08/2013 18:42
    ecco una delle rare poesie che merita di essere letta con attenzione, non una volta o due... non basta scorrere gli occhi su parole, ma in empatia camminare sui dolci versi ben assemblati da portare la fantasia oltre la realtà, in quel oltre dove tutto è possibile nel tormento dolce del rimettersi in gioco nonostante tutto!

11 commenti:

  • Amorina Rojo il 05/01/2010 11:48
    marcello, tu non vincerai mai niente nella vita... forse una tazza del cesso. se le poesie non le capisci cambia sito, ce n'è di spazzatura che va bene per te... anche carta igenica.
    cara laura... non ti curare di questo tipo... lo sistemo io con una bella dedica... Marcello il bello... sarà questo il titolo. la tua è una bella poesia, credimi. un bacio amichevole
  • Anonimo il 15/12/2009 17:26
    ti rifaccio i complimenti per il modo sublime con il quale scrivi... so' che qualcuno sara' geloso di questo, ma davvero brava
  • sabrina pieraccioni il 14/12/2009 15:21
    scrivi davvero bene... la tua poesia mi ha emozionato... forse perche la sento molto vicina al mio modo di sentire... brava.
    sabrina
  • Dolce Sorriso il 13/12/2009 14:28
    semplicemente fantastica...
    tvb
    Anna
  • Anonimo il 12/12/2009 23:10
    non è vero che va tutto bene... non è vero che tutto è a posto... che non ci rendiamo conto di quanto ci ruota attorno... non serve guardare, a volte è sufficiente... ascoltare... arriva il momento... apparentemente sorprende... della ribellione e scatta qualcosa dentro... il re della savana ruggisce... la gazzella fugge e l'aquila sente il bisogno di librarsi in volo...è un buon punto d'inizio da cui ripartire... perché si può ripartire... si può sempre ripartire, come cita Kipling..."se sai piegarti a ricostruire, con gli utensili ormai tutti consunti...", fatica e dolore, pazienza e umiltà... il raggiungimento della serenità... meta ambita... costa molta fatica, ma ne vale la pena... rinunce e sacrifici... bellissima la tua poesia... mi porta a riflettere, riflettere tanto... GRAZIE
  • francesca cuccia il 12/12/2009 17:48
    Molto bella!
  • loretta margherita citarei il 12/12/2009 17:48
    super
  • marcello cardinale il 12/12/2009 17:28
    Se la tua poesia è magica come dice Kartika, se la leggo vinco un milione di euro?
  • Rino il 12/12/2009 16:45
    Lottare contro la fatica di esistere... per continuare a vivere nonostante il dolore cupo e tagliente che rende faticoso persino il semplice raggomitolarsi... e per ritrovarsi dopo aver temuto di essersi persi...
    È ciò che avverto leggendo questa tua opera intrisa di sofferenza e di speranza...
    Posso mandarti un bacio?
  • Salvatore Ferranti il 12/12/2009 15:00
    meravigliosa questa poesia... brtavissima
  • Kartika Blue il 12/12/2009 14:17
    È magica la tua poesia, bellissima!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0