accedi   |   crea nuovo account

Ossessioni

Riempio i tuoi fiati
di centimetri rubati
al vento

sussurri dimenticati
al suono
fecondo
d'anime e sputi

inefficace la pelle mia bollente,
frescura non trova,
tra il pianto incantato
solo il claudicante
gemito di quei sospiri
uniti al cielo
da quell'urlo
nero

coro fosco,
mai appianato,
sontuoso spumeggiare
d'infallibili paure

che con caparbia
lucidita' spogliano
l'epidermine incollata
da sottili lacrime di sudore

mentre lacerante
la tua lama
dirama il suo verdetto,
implorato anatema,
suggestione finale
d'emblematiche
ossessioni.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • aleks nightmare il 25/11/2008 12:01
    ognuno ha le sue ossessioni, a volte diventano terribili compagne sulla via..
  • miryam maniero il 17/11/2006 20:44
    penetra questo tuo sentire l'animo dolorante...
  • Sara B il 17/11/2006 20:21
    Bella... anzi direi ottima. Mi è piaciuta molto. Complimenti!
    A rileggerti.
    P. S.: Se ne hai voglia leggi le mie poesie. Ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0