username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Emigrante

Quando,
nei profondi
tristi occhi
guardi l'emigrante
che timido
ti tende la mano,
vedi i buchi
nelle valigie di cartone,
portate a spalla
da chi ha vagato
sulle strade del mondo,
con la remota speranza,
poche volte appagata,
di piegare un destino
che il luogo natio
gli ha strappato di mano.
Vedi
quanto han pagato
i nostri padri,
schiavi nelle miniere,
che per due lire
ed un tozzo di pane,
hanno fatto la fortuna
di molti paesi civili.
Vedi
i sogni,
passati dai buchi
di vite sgualcite,
svaniti,
lungo le vie del non ritorno.
Quando
nei profondi
tristi occhi
guardi l'emigrante
che timido
ti tende la mano,
pensa a tutto questo
e in lui
vedrai un fratello
che la vita
ha sradicato
e piegato come un fuscello
in inverno inoltrato.

 

2
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Antonietta Mennitti il 16/12/2009 22:30
    Un problema sociale che non resta indifferente... anche perche' si e' vissuto, sofferto dai nostri avi e che continuera' ad emergere sempre di piu'. Bravo!
  • francesca cuccia il 14/12/2009 21:12
    Tempi duri e tristi per vivere quelli dei nostri padri ma, anche i nostri piano mi sa che finiranno cosi, molto bella Fabio.
  • Anonimo il 14/12/2009 20:56
    Quante cose vere in questi versi, il dolore di chi parte e a volte non torna piu... un bacio lanciato con le dita a quei due cuori infranti che tendono la mano, sperando che tu un giorno possa ritonare... ma il treno è ormai partito ed una lacrima presto scende giù sulle tue guance...
  • loretta margherita citarei il 14/12/2009 18:38
    bella intensa
  • Anonimo il 14/12/2009 16:31
    dimentichiamo troppo spesso di essere figli del mondo... e non padroni del mondo... quanta verità nella tua poesia... mi si stringe il cuore... essere uno dei tanti... essere un'animale pensante... perché asserire di essere diversi, non conta nulla sino a quando non si agisce... meglio rimanere in silenzio... ed io tacio... meravigliosa davvero.
  • Anonimo il 14/12/2009 16:11
    splendida..
  • Kartika Blue il 14/12/2009 16:07
    complimenti!! È bellissima e la conservo!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0