PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vecchia giovinezza

Schiena curva e afflitta
Pesa vecchia sulla mia giovinezza,
Binario di un'anima sconfitta
Quand'ancor era grezza;

Nemmno ch'intende il mover delle stelle
Può cedermi forza o sicurezza
Quando sperdi le cose tue belle,
E così dubbio si fa il mio agire

Lasciatomi senza alcuna speranza
E senza ch'el dolor possa mai finire,
Se tutto il sudor del mio cuore valse
Poco o niente nell'amarmi da Lei riuscire

Le umane speranze son cieche e false
Inutil è accanirsi su chi non risponde
Se'l tuo Amor infin non prevalse
Già che mai fu visto mare senz'onde

Error hai fatto, ma nel cuor tuo non hai colpe.

 

l'autore Andrea Contenti ha riportato queste note sull'opera

Fano, 9 gennaio 2003


0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 14/12/2009 22:05
    ogni volta che ti leggo... come un tuffo nel passato... mai vissuto però tanto letto e amato... in questa tua racconti una cosa attuale, ieri, oggi... per sempre... inutile ostinarsi... ma non perché sarebbe tempo perso... mai si perde il tempo quando d'amor si riempie... semplicemente perché non serve farsi più male... ci pensa già la vita... e le viene tanto bene... molto molto bella.
  • loretta margherita citarei il 14/12/2009 18:21
    bello il tuo stile molto apprezzata

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0