PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Conoscere ascoltando se stessi nell'Amore dell'Altro scopriamo gli Archè tipi

Ho la lingua in bocca
è
una evidenza palese

un infinito fuoco fluido aleggiante nell'aria
dolce e velenoso
nella sua multi funzionalità

mi parla
a volte
in un idioma
sconosciuto

dove c'è Uno
si amo tutti

Boh
mi son detto
sarà Una Nepalese S vede se

Ah che meraviglioso tipo di amorevole principio visibile

inizio bene la giornata
baciato da una straordinaria solidale fortuna in verace memoria

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anna G. Mormina il 15/12/2009 17:38
    ... spesso parliamo senza riflettere, e a sproposito...
    ... bellissima!!!!
  • Anonimo il 15/12/2009 14:57
    persino le nostre parole a volte ci sorprendono... come del resto gli improvvisi silenzi... che sembrano non voler dire nulla... invece dicono più di mille parole... disarmante scoprirsi sconosciuti anche a se stessi... sì, curioso e disarmante...
    bellissima... porta riflessione, ma non è cosa nuova tra le tue righe... grazie.
  • Anonimo il 15/12/2009 09:36
    .. terribilmente vero.. a volte anche la nostra lingua ci e' sconosciuta.. Non ci si ascolta e sopratutto non si
    ascolta l'altro.. e quante ne sprechiamo di parole...
    Buon giorno Capitano..
  • Donato Delfin8 il 15/12/2009 08:34
    Bravo Vincè
  • Anonimo il 15/12/2009 08:16
    Vero, certe volte sembra di parlare lingue diverse, ma solo una è uguale per tutti ed è quella dell'Amore... dell'unione delle anime...
    buongiorno Vincenzo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0