accedi   |   crea nuovo account

Notti di primavera

Nel silenzio della notte
Sommerso da irreale calma,
Tra fresche folate di vento,
Al cielo il mio sguardo volgo;
E sentimenti e passione spingono i miei occhi
A lanciarsi fra le stelle
E a perdersi nell'infinito splendor.
Ma, diretti poi vanno verso quelle luci,
Astri splendenti
Che l'Universo illuminano,
Antica luce irradiando.

Abbasso lo sguardo.
Tra erbe di campo, un fior.
Di colori s'imprimono i miei occhi
E attonito resto.
Non troppo lontano bisogna andare,
In fondo,
Per trovare un po' di luce.
La notte, il cielo, le stelle
La notte, il prato, un fior:
E qui si trova risposta.

 

l'autore Andrea Contenti ha riportato queste note sull'opera

Fano, 2 maggio 2004


0
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 23/03/2016 18:02
    Un plauso ben meritato per questa tua eccezionale.

3 commenti:

  • Anna Maria Russo il 21/12/2009 07:23
    Non si deve andare troppo lontano per cercare risposte.. molto bella
  • Anonimo il 15/12/2009 15:02
    MERAVIGLIOSA CORNICE DOVE INTRAVEDO UNA BELLISSIMA LUCE INTERIORE... MOLTO BELLA.
  • rosella campelletti il 15/12/2009 10:01
    dolcissima, grazie

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0