PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il pappa c'eri

Vedo
la mia anima
cullata
nel caldo calice
di un luminoso papa vero rosso

Lei
in piena grazia
cammina
nuda
fra prati di quadrifoglio
senza chinarsi
a raccoglier
fortuna

il mio corpo contento
si nutre tra mite i miei gang li

dei suoi portento si doni

pollini inebrianti

gong
S onori
inebriati
di miele

irradianti

cosmicamente
raggianti

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anna G. Mormina il 16/12/2009 16:23
    ... la nostra anima è la nostra fortuna!
    ,,, splendida!!!!
  • Anonimo il 16/12/2009 13:18
    .. si proprio li fra i pet-ali di un vero papa rosso... anima raccoglie inebrianti pollini
  • Donato Delfin8 il 16/12/2009 09:52
    Bella Vincè
  • Anonimo il 16/12/2009 07:31
    Il buongiorno si vede dal mattino... Che viaggio in pollini estasiato e raggiante...
  • Cinzia Gargiulo il 16/12/2009 07:11
    ...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0