accedi   |   crea nuovo account

Tocca amà pe nun sentì friddu

Non lu sentu
lu friddu
de st'invernu,
st'aria jelata
che taja a faccia,
sta tramontana
me pare un venticellu
de bonaccia,
diamanti
sò e gocce
de brina
che rosica
l'erba gni matina.
Ma come po esse,
con stu jelu
che moccica
a coa anco allu cane,
che me sento vene
e canto come
lu fringuello a primavera?
È che te vojo bene
più de a vita mja,
tu si pe me na magia,
lo sangue de na poesia.
E quanno lu celu
se scolora,
penso all'occhi tua
che assomijano alle murriche
che s'arcojeno d'estate
e piàno verso le jornate
mja,
me pare de scallamme
allu sole,
quanno incantata
ascordo le tu parole.
L'amore brucia più
der termosifone,
so fiori calli
quilli nati da a passione.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 17/12/2009 12:38
    Bella nel suo tentativo dialettale
  • Anonimo il 17/12/2009 01:53
    Che bella!
    Melodiosa e appasionante
    Mi sfugge solo "murriche"
  • Giuseppe Bellanca il 17/12/2009 01:50
    tu si pe me na magia, lo sangue de na poesia... anche tu lo sei Lor, scrivi parole magiche in dialetto, amore che riscalda i cuori, sei fantastica amica mia... ti abbraccio sai sempre donarmi dolci senzazioni... ciao.
  • Dolce Sorriso il 16/12/2009 23:07
    sei grande grande...
    ti adoro
    smack
  • Antonietta Mennitti il 16/12/2009 21:04
    Non conosco bene sia il sardo che il dialetto siciliano; ma alcune parole le ho comprese fra cui la parola passione: una parola che ci accomuna... e mi appassiona!
  • M. Vittoria De Nuccio il 16/12/2009 15:47
    Splendida Loretta!!!
  • Anonimo il 16/12/2009 13:10
    qualche parola... mi sfugge, ma non il senso e la meravigliosa musicalità... danzano persino le onde, qui in questo freddo mare, sembra che persino i gabbiani si siano risvegliati dal torpore che la brina li aveva immobilizzati, si librano in volo seguendo un ritmo magico, sognante... ma questo spettacolo così armonioso è il seguito dell'emozione suscitata dalle tue parole... fai sempre sognare, davvero sempre. Grazie.
  • Anonimo il 16/12/2009 12:02
    Bella! Ciao.
  • Ruben Reversi il 16/12/2009 11:27
    poesia di memorie, di retaggi lontani, di stagioni e di freddo...
    del tuo maore che riesce a riscaldare l'anima. brava come sempre. un bacio ruben
  • Anonimo il 16/12/2009 09:29
    Questa tua poesia riscalda anche me... e stamattina accolgo ogni cosa che emana calore!!!
    Un bacio Lor e buona giornata...
  • Donato Delfin8 il 16/12/2009 09:25
    Verisssimissssimo. Brava Lò

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0