username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Monologo inutile

Sono stato vivo
e sono stato uomo,
ora sono morto
e non sono più niente.
La morte mi ha impedito
di esistere oltre,
il fuoco dell'inferno
mi ha disidratato,
incolpevole,
inconsapevole,
sono stato truffato.
Non ho più lacrime
da piangere,
non posso parlare,
e non respiro.
Sono stato
e non sono,
ma sarei potuto essere
ancora per molto,
forse per sempre.
Tremenda certezza
di possibili esistenze,
nel regno del grande nulla.
Non sono stato
abbastanza furbo,
ecco la verità,
non sono stato abbastanza furbo

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Vista il 01/01/2016 21:21
    Rimpianti di una vita passata ad osservare le cose materiali piuttosto che osservare i sentimenti interiori che ognuno ha dentro di sé. Purtroppo ce lo ricordiamo troppo tardi, quando i nostri occhi cominciano a chiudersi. Piaciuta.

16 commenti:

  • Jurjevic Marina il 16/12/2009 23:23
    Bravissimo. Non bisogna aggiungere altro.
  • Dolce Sorriso il 16/12/2009 23:10
    senza parole...
    solo, grande!
  • loretta margherita citarei il 16/12/2009 21:24
    ottima
  • Don Pompeo Mongiello il 16/12/2009 20:51
    Un giorno questo mondo apparterà solo a noi poeti, e ci sentiremo come nell'Olimpo dei Dei Greci e canteremo i nostri sonetti strimpellandoli ad una Lira o Liuta, anche se di occasione.
  • Maurizio Cortese il 16/12/2009 13:37
    L'esistenza è possibilità, diceva Kierkegaard, ma quell'unica che ci è stata data non è da rimpiangere come furbizia mancata.
  • Anonimo il 16/12/2009 13:37
    non sì è mai troppo furbi, come troppo scaltri o troppo attenti... o forse lo siamo, semplicemente a volte cambia tutto così in fretta che si rimane stupiti quando arriva un treno pensando che sia il primo della giornata... invece è l'ultimo... e non ci si era accorti proprio di nulla... e ci fanno ripagare il biglietto, quello era ad ore...è sì, a volte mi sento un po' smarrita... e mi domando... ma quando arriverà il mio momento... me ne accorgerò, oppure rimarrò indietro ad aspettare quanto non potrà più arrivare...
    Bellissima, mi porta a riflessioni importanti, molto bella, grazie.
  • Anonimo il 16/12/2009 13:25
    .. molto bella... Salvatore.. la morte mi impedisce di vivere oltre..
    e altrettando bella la dedica di Vincenzo
  • SIMONA EROS il 16/12/2009 11:28
    bella davvero!
  • Maria Gioia Benacquista il 16/12/2009 11:02
    Proprio un'anima in pena...
    Ci illudiamo spesso che abbiamo la chiave giusta per aprire la porta della saggezza.
    Bravo.
  • Vincenzo Capitanucci il 16/12/2009 10:59
    Splendida Salva... merita un commento dedica...
  • Patty Portoghese il 16/12/2009 10:27
    Il mondo... ah... se fosse solo dei poeti! Ti abbraccio
  • giampaolo marcialis il 16/12/2009 10:20
    Dai Salvatore non è questione di essere furbi o no. Lasciamo il problema della furbizia ai truffatori, agli inetti, agli imbecilli, a chi pensa : l'ho fregato. Il mondo è degli onesti e sono molto di più dei furbi. Pensa in positivo e vedrai che non darai più peso ai volponi. Comunque voto cinque stelle.
  • Auro Lezzi il 16/12/2009 09:54
    Ma lo mandiamo affanc.. sto grande nulla... Bella ma da andare oltre... Senz<a bandiere bianche esposte..
  • Donato Delfin8 il 16/12/2009 09:45
  • Anonimo il 16/12/2009 09:33
    Bravo Salvatore... ma domani per fortuna è un altro giorno!!
  • Antonietta Mennitti il 16/12/2009 09:29
    Sei stato molto ingenuo mi pare! Beh... siamo pari!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0