PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Guerra d'amore

Notte insonne, calda, gelida, sudata, sofferta.
Ho lottato e regnato sino a questa notte, ho difeso con rabbia e forza il mio regno ma,
mi accorgo stamane che tutto è finito,
che tutto è andato perduto.
Ironia e sarcasmo sono i resti,
macerie di idee, di orgogliose speranze.
Sei entrata nei miei sogni, hai invaso il mio mondo, vedo bruciare quella che era la mia dimora, la mia zona magica, vedo lo stendardo strappato dal vento d'odio e la terra che calpesto, bagnata di rosso,
passione perduta, dolore trovato.
Un ultimo tentativo, un ultima voglia
di riconquistare ciò che fu il mio regno,
di avanzare verso il profumo che nasce
dal cuore del mio vivere che fu da sempre,
avanzo con sguardo alto verso un sole rosso,
avanzo verso un giorno nuovo,
avanzo e non guardo indietro perché
i passi fatti sono tanti ed avrei paura
a guardarli sparire alle mie spalle.
Che sia vittoria o morte, sarà comunque quel che voglio che sia, e sarò libero di scegliere quando iniziare l'attacco e che Dio mi guardi per una volta ancora.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • I. mpersonale F. ottuta-mente il 17/11/2007 12:14
    è difficile lasciarsi andare, permettere ad un altro io di abbattere le nostre difese razionali;io nn ci riesco mai... cmq sia è sempre 1 vittoria, tranquillo, cmq andrà sarà 1 vittoria perchè hai combattuto e vinto contro il tuo te stesso "restio".. noto che la guerra è finita di notte, cioè qnd cala il regno dell'irrazionale e dell'inconscio e siamo meno invulnerabili nell'oscurità dei sentimenti
    ciau alla prox!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0