PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Piccoli colpi

Pensava assiduamente a ciò che successe.
Le lacrime scendevano sul volto,
trafitto dal esistenza.
Piano, i pensieri infliggevano
ogni secondo appena trascorso,
ed era solo,
leggermente fiero per la condizione.
Per il resto, nulla aveva più significato.
Le notti e i giorni
erano una tirata ai dadi,
e puzzavano di morte.
Morte scritta sulle pagine
della vita, sulle lettere
della perduta serenità.
Le nuvole scorrevano come brividi
nei temporali e i lampi infiammavano
la schiena, a colpi secchi.
Fuori, le auto,
le sigarette, le ragazzine,
i barboni, i cani, le mollette,
i bicchieri, le scarpe, i musicisti
facevano quello che dovevano fare.
Gli spilli come grida entravano nella
carne dell'anima, per colpirla in continuazione
a piccoli colpi...

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Simone Suzzi il 19/12/2009 20:18
    !
  • Anonimo il 18/12/2009 21:43
    dovresti scriverlo come racconto.. promette molto bene
  • Anonimo il 18/12/2009 17:59
    Sembra l'inizio di un racconto stile P. D. James..
    molto potente

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0