PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I tuoi passi

Lieve è l'inceder
dei tuoi passi
ti fai largo
tra la folla.

Scivoli come foglia,
scansando corpi,
ti conficchi veloce,
freccia che divide.

Lo sguardo fermo, duro,
quasi a dar battaglia,
le labbra piegate,
un ombra di sorriso.

Ecco, vai così tra la gente,
sinuoso felino,
danzi, seguendo una melodia tutta tua,
tra l'assordante frastuono della vita.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • Cesira Sinibaldi il 18/01/2010 10:43
    I movimenti danno carattere al felino che appare regale e distaccato. Mi piace moltissimo!
  • Minalouche TS Elliot il 14/01/2010 22:29
    Germana ti ringrazio
  • Minalouche TS Elliot il 14/01/2010 22:23
    Nicola ti ringrazio... a dir la verità volevo veder se qualcuno lo notava, e giusto per coerenza lo lascio così... altrimenti perde di significato l'opera
  • Nicola Saracino il 14/01/2010 22:13
    Letta con piacere. Attenta però, a sbandierare troppo la correttezza formale si finisce per dimenticare gli apostrofi! Nicola
  • Anonimo il 11/01/2010 13:03
    "ti conficchi veloce,/freccia che divide".
    Bellissimo
  • Minalouche TS Elliot il 21/12/2009 20:56
    Vincenzo Le parole posson esser interpretate in vari modi, specialmente se non si conosce cosa le ha fatte nascere, freccia che divide, una sorta di cuneo che separa la folla, e si può esser indifferenza, visto che nella parte finale "danzi una melodia tutta tua, tra l'assordante frastuono della vita", indifferenza al rumore di fondo che ci accompagna sempre, spesso non permettendoci di danzar tra i nostri veri pensieri, quello che in realtà siamo
  • vincent corbo il 21/12/2009 20:44
    Scusa per la gaffe, in effetti il verso che mi ha indirizzato verso un'altra interpretazione è stato FRECCIA CHE DIVIDE.
  • Minalouche TS Elliot il 21/12/2009 19:45
    Vincenzo... spesso i miei son ombre di sorrisi, ma continuo a seguir la mia melodia Ti ringrazio.
    Fabrizio..è una mia dedica... a me stessa Grazie di cuore
    Ugo si, è così Ti ringrazio, è il riflesso di me
  • Minalouche TS Elliot il 21/12/2009 19:43
    Ringrazio tutti:
    Samuele ti ho dato la spiegazione in privato, quindi non ripeto

    Loretta prima di inviare un'opera la controllo scrupolosamente per rispetto verso me (mi vergognerei a inviare opere scritte in modo non corretto) e soprattutto nei confronti di chi legge, perché scriver poesie non è solo un modo di sfogarsi, come molti pensano, ma di descrivere sensazioni, emozioni che, a volte, risulta difficile trasmettere utilizzando la prosa, quindi cerco di scriver nel modo più corretto.

    Vincenzo ti ringrazio, "i tuoi passi" ha un anno ormai, l'avevo inserita con il vecchi account, son parole con le quali mi descrivo, ci son io, forse indifferente, secondo chi non mi conosce, ma in realtà osservo ogni piccolo particolare
  • Ugo Mastrogiovanni il 21/12/2009 14:56
    Anche il passo di un uomo è lo specchio dell'anima! Quando poi gli si dedica una poesia è quasi la propria anima!
  • Anonimo il 20/12/2009 20:46
    Non so a chi o a cosa tu ti sia ispirata; le tue parole, perfette e leggere come sempre, sembrano ritrarre la Determinazione.
  • Vincenzo Capitanucci il 19/12/2009 13:43
    Molto bella... Minalouche... le labbra S piegate... in un'ombra di Sorriso...
  • vincent corbo il 18/12/2009 17:45
    Sai, la prima cosa che mi è venuta in mente è la morte ma potrebbe anche essere l'indifferenza della gente. Lo stile è sempre il tuo, morbido e affascinante. Ciao da Vincenzo.
  • loretta margherita citarei il 18/12/2009 17:42
    ottima ben scritta
  • Samuele Scagliarini il 18/12/2009 17:40
    Ehy! Dove mi hai visto?!? Ihihihih

    Complimenti per la sinuosità dei versi, in particolare "ti fai largo tra la folla scivoli come foglia".

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0