PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Quello Che Non C'è

E... Ma qui non è
più di casa la
serenità
E..
Ogni tanto qui
passi te
nei miei pensieri
quelli più veri
i miei pentimenti
i grandi rimpianti

E.. puoi capire
Ma.. che sapore ha
sentirti
adesso
Ma che dolore fa
non baciarti
su quel letto

Ho già detto tutto?
Ho già detto tutto?
Rivoli di pelle sento su di me
Le tue labbra e non le sue
è quello che non c'è

E.. Lo sai che qua
c'è tutto, donne alcool, musica
ma non tranquillità
E.. Puoi capire
che effetto fa
vederti adesso
e il dolore che dà
averti tradito
su quel letto

Ho già detto tutto?
Ho già detto tutto? Forse no, no
Voglia di pelle sento su di me
Le tue mani quando guardo le sue

vorrei.. lo sai
vorrei..

Ho già detto tutto? Tutto?
Ho già detto tutto? Tutto?
Rimorsi di pelle sento su me
le tue labbra, il tuo cuore e
non il suo odore
è quello che non c'è

è quello che non c'è
è quello che non c'è

 

l'autore giuliano cimino ha riportato queste note sull'opera

scritta nell'ottobre 2008, a volte ciò che si ha sostituisce ciò che si vorrebbe...


0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 19/12/2009 00:04
    tutto ciò che viene detto non è mai tutto... perché il dolore ritorna e come l'amore non è mai uguale... ad ogni respiro, sospiro... sempre si rinnova, anche quando si riflette nello specchio ritorna sempre più incisivo a volte distorto altre esaltato e quando non ritorna... quando non ritorna... spesso è perché ci siamo spenti dentro... molto bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0