PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il tuo posto ho preso

in un foglietto il tuo bene
volevi che lo portassi nel portafoglio
sempre a me presente
quando ancora eri in vita madre
ma non ti dimenticavo
anche se dai giorni preso
e né ho saputo volgere in altro modo
la fine terrena

da quel giorno buio
più vedo con i tuoi occhi
il cielo nascosto alle nuvole
i tuoi pensieri diventar le mie parole
mi muovono i passi tuoi
incontro al vento
te e non me fra i vivi sono

da quel giorno buio
ora lontano
il tuo posto ho preso
nel freddo della terra umida
nel silenzio perenne fra altri muti
entità mnemonica familiare
nel comune ossario frammentato

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 31/12/2009 08:18
    Commovente... mi hai ricordato mia madre. Auguri Piero... buon 2010 pieno di felicità e buona poesia.
  • Don Pompeo Mongiello il 28/12/2009 14:01
    Bellissima!
  • Anonimo il 22/12/2009 20:42
    Triste la perdida degli affetti più cari e quello della mamma è unico... molto bella auguri Piero.
  • loretta margherita citarei il 22/12/2009 19:59
    molto bella e commovente

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0