accedi   |   crea nuovo account

Vampiro sub-urbano

Nel regno dei morti
Sopravvive un vampiro
Che si stacca la testa ogni volta che va in giro
È solo la finzione che ritorna
Ma finisce tutto con la sbornia
Perenne, la mia anima indecente
Crede ancora di reagire,
quando tutto il mondo intorno le consiglia di mollare
Il campo di battaglia è sempre quello
Pieno di brutti stronzi e nello
Sgabuzzino,
non si riesce a stare in tiro
Quindi prendo, miro
Altri,
potenziali affiliati
Di questa losca tribù di martoriati
Fissi su pensieri molesti
E zero compromessi, con il presente
La vita tutto il giorno è deludente
Impertinente, e il dolore ormai è come sangue
Per i vampiri senza ali, ne' gambe
La rassegnazione affligge
Come punture di spade e sotto spinge
Capovolge, ogni annata, sembra passata
La paranoia del mondo è cascata
Burrasca, la mente che si adesca
Sempre con le solite cose
Noiose, rampanti
Il futuro mi da rimpianti
E sottomesso, attendo
l'alba e il giudizio
Il verdetto, la sentenza, la mia fine
Indegna
Il sole che mi uccide piano,
con la sua mano, vertigine
l'anima malata sporca di fuliggine
Flagelli, in questo mondo pieno di bordelli
Ogni minuto che vivo,
è una mancanza cronica ad un antidepressivo
imperano i motti corrotti del soldo
e io ti porto allo sfascio, sempre più dritto
con il tuo occhi destro sordo
rosso e fermo
rassegno le dimissioni
in questa scatola ho visto tutti i miei errori
gli orrori compiuti, voluti
puliti, terribilmente accettati,
accecati dalla mancanza di qualcosa
col cazzo che mi metto in posa
non sono un burattino,

12

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Marco Ambrosini il 31/12/2009 01:10
    wow
  • Simone Suzzi il 22/12/2009 21:44
    cattivissima!! bella. noto una nuova ritmicità nelle tue poesie.. di la verità, stai ascoltando NN èè!?!?!?
    smack

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0